Scajola nuke

maggio 2, 2010

Scajola Nuke

1. Scajola: “Non mi lascio intimidire”.

2. Scajola: “Ero ministro dell’Interno quando sono avvenuti i fatti di Genova, e dei poliziotti hanno ammazzato di botte alcuni poveretti che non avevano fatto niente. Nemmeno io ho fatto niente, anzi, quei poliziotti sono stati pure promossi. Quand’ero al Viminale ho anche dato l’ordine di istituire una tratta aerea da Roma verso casa mia. Tratta fallimentare per numero di passeggeri e che infatti è stata soppressa non appena mi sono dimesso e quel volo non mi serviva più. E sapete perché mi sono dimesso? Perchè avevo dato del rompicoglioni a un mio consulente che era stato appena ammazzato sotto casa e a cui avevo negato la scorta. Eppure, nonostante tutto, sono sempre ritornato. Adesso, assieme al nostro premier, che tra l’altro, con le sue dichiarazioni e con il suo fulgido esempio mi sostiene in questa vicenda, sto cercando di promuovere il nucleare in Italia, ma solo perché è un affare miliardario, e me ne frego se è una tecnologia obsoleta e pericolosa. E secondo voi mi spavento per qualche assegno? Ma fatemi il santissimo piacere” (Repubblica.it / Matteo Adami)

http://www.danieleluttazzi.it/node/709

RAI Nuke

aprile 25, 2010

Cinescopio RAI radioattivo

1. Berlusconi sul nucleare: “Bisogna che cambi l’opinione pubblica italiana, dobbiamo fare una vasta opera di convincimento, guardando alla situazione francese”.

2. Berlusconi: “Userò le mie televisoni e i miei giornali per fare il lavaggio del cervello ai cittadini, spacciando per rivoluzionaria una tecnologia ormai morta, e sottoponendoli a programmi squisitamente pubblicitari che descriveranno il nucleare come indispensabile, sicuro e conveniente senza mai citare che in paesi come la Spagna si va verso intere cittadine alimentate col solo solare termico, progetto tra l’altro nato in Italia dal premio nobel Rubbia, che è stato però prontamente licenziato commisariando l’ENEA di cui era presidente. E fortunatamente direi, dato che le sue idee circa la scarsa convenienza del nucleare in termini di tempi e costi, il suo appoggio nei confronti dello sfruttamento del sole visto come fonte non soggetta a monopolio e non tassabile, certo non sarebbero state opportune durante questa campagna di disinformazione. Se poi, dopo questo incessante martellamento mediatico, i cittadini continueranno a non volere nel proprio territorio le centrali, beh, c’è sempre l’esercito.” (Alessandro Cai)

25 Apr 2010 – 22:16
http://www.danieleluttazzi.it/node/706

I trucchi del pagliaccio

febbraio 4, 2010

http://photoshopdisasters.blogspot.com/2010/02/silvio-berlusconi.html
silvio berlusconi
Anche qui:
http://attivissimo.blogspot.com/2010/02/berlusconi-su-photoshopdisasters.html

L’impronta di Craxi

gennaio 21, 2010

Da: La Palestra 21 gennaio 2010

Napolitano:« Su Craxi è giunta l’ora di un giudizio non acritico ma sereno. Luci e ombre nella sua vicenda, ma lasciò un’impronta incancellabile». Sì, un debito pubblico triplicato. (Emiliano Sabadello)

Andreotti, assolto. No.

gennaio 15, 2010

Citato da: Il Corriere della sera fa un regalo di compleanno ad Andreotti

Andreotti “…imputato per mafia e omicidio poi assolto in via definitiva…” (corriere.it,15 gennaio 2010)

Motivazione della sentenza di appello confermata dalla Cassazione ( pagina 211):
« Quindi la sentenza impugnata, al di là delle sue affermazioni teoriche, ha ravvisato la partecipazione nel reato associativo non nei termini riduttivi di una mera disponibilità, ma in quelli più ampi e giuridicamente significativi di una concreta collaborazione

La sentenza di appello stabilì che Andreotti aveva «commesso» il «reato di partecipazione all’associazione per delinquere» (Cosa Nostra),«concretamente ravvisabile fino alla primavera 1980»,reato però «estinto per prescrizione».

Tutti uguali, meno uno.

gennaio 13, 2010

Citato da: La Palestra 13 gennaio 2010

Daniela Santanchè: “Se uno è delinquente, è delinquente e basta, di qualsiasi colore sia la sua pelle. Se va contro la Stato e commette reati, va punito senza se e senza ma.” Berlusconi escluso. (Vanessa Lauretti)

Ad Personam

gennaio 11, 2010

Citato da: La Palestra 11 gennaio 2010

1. Berlusconi: “Mai fatto leggi ad personam.” (lastampa.it)
2. a) Legge n. 367/2001. Rogatorie internazionali. Limita l’utilizzabilità delle prove acquisite attraverso una rogatoria. La nuova disciplina ha lo scopo di coprire i movimenti illeciti sui conti svizzeri effettuati da Cesare Previti e Renato Squillante, al centro del processo “Sme-Ariosto 1” (corruzione in atti giudiziari).
b) Legge n. 383/2001 (cosiddetta “Tremonti bis”). Abolizione dell’imposta su successioni e donazioni per grandi patrimoni. (Il governo dell’Ulivo l’aveva abolita per patrimoni fino a 350 milioni di lire).
c) Legge n.61/2001 (Riforma del diritto societario). Depenalizzazione del falso in bilancio. La nuova disciplina del falso in bilancio consente a Berlusconi di essere assolto perché “il fatto non è più previsto dalla legge come reato” nei processi “All Iberian 2” e “Sme-Ariosto2”.
d) Legge 248/2002 (cosiddetta “legge Cirami sul legittimo sospetto”). Introduce il “legittimo sospetto” sull’imparzialità del giudice, quale causa di ricusazione e trasferimento del processo.(..) La norma è sistematicamente invocata dagli avvocati di Berlusconi e Previti nei processi che li vedono imputati.
e) Decreto legge n. 282/2002 (cosiddetto “decreto salva-calcio”). Introduce una norma che consente alle società sportive (tra cui il Milan) di diluire le svalutazioni dei giocatori sui bilanci in un arco di dieci anni, con importanti benefici economici in termini fiscali.
f) Legge n. 289/2002 (Legge finanziaria 2003). Condono fiscale. A beneficiare del condono “tombale” anche le imprese del gruppo Mediaset.
g) Legge n.140/2003 (cosiddetto “Lodo Schifani”). E’ il primo tentativo per rendere immune Silvio Berlusconi. Introduce il divieto di sottomissione a processi delle cinque più altre cariche dello Stato (presidenti della Repubblica, della Corte Costituzionale, del Senato, della Camera, del Consiglio). La legge è dichiarata incostituzionale dalla sentenza della Consulta n. 13 del 2004.
h) Decreto-legge n.352/2003 (cosiddetto “Decreto-salva Rete 4”). Introduce una norma ad hoc per consentire a rete 4 di continuare a trasmettere in analogico.
i) Legge n.350/2003 (Finanziaria 2004). Legge 311/2004 (Finanziaria 2005). Nelle norme sul digitale terrestre, è introdotto un incentivo statale all’acquisto di decoder. A beneficiare in forma prevalente dell’incentivo è la società Solari. com, il principale distributore in Italia dei decoder digitali Amstrad del tipo “Mhp”. La società controllata al 51 per cento da Paolo e Alessia Berlusconi.
l) Legge 112/2004 (cosiddetta “Legge Gasparri”). Riordino del sistema radiotelevisivo e delle comunicazioni. Introduce il Sistema integrato delle comunicazioni. Scriverà il capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi: “Il sistema integrato delle comunicazioni (Sic) – assunto dalla legge in esame come base di riferimento per il calcolo dei ricavi dei singoli operatori di comunicazione – potrebbe consentire, a causa della sua dimensione, a chi ne detenga il 20% di disporre di strumenti di comunicazione in misura tale da dar luogo alla formazione di posizioni dominanti”.
m) Legge n.308/2004. Estensione del condono edilizio alle aree protette. Nella scia del condono edilizio introdotto dal decreto legge n. 269/2003, la nuova disciplina ammette le zone protette tra le aree condonabili. E quindi anche alle aree di Villa Certosa di proprietà della famiglia Berlusconi.
n) Legge n. 251/2005 (cosiddetta “ex Cirielli”). Introduce una riduzione dei termini di prescrizione. La norma consente l’estinzione per prescrizione dei reati di corruzione in atti giudiziari e falso in bilancio nei processi “Lodo Mondadori”, “Lentini”, “Diritti tv Mediaset”.
o) Decreto legislativo n. 252 del 2005 (Testo unico della previdenza complementare). Nella scia della riforma della previdenza complementare, si inseriscono norme che favoriscono fiscalmente la previdenza integrativa individuale, a beneficio anche della società assicurative di proprietà della famiglia Berlusconi.
p) Legge 46/2006 (cosiddetta “legge Pecorella”). Introduce l’inappellabilità da parte del pubblico ministero per le sole sentenze di proscioglimento. La Corte Costituzionale la dichiara parzialmente incostituzionale con la sentenza n. 26 del 2007.
q) Legge n.124/2008 (cosiddetto “lodo Alfano”). Ripropone i contenuti del 2lodo Schifani”. Sospende il processo penale per le alte cariche dello Stato. La nuova disciplina è emenata poco prima delle ultime udienze del processo per corruzione dell’avvocato inglese Davis Mills (testimone corrotto), in cui Berlusconi (corruttore) è coimputato. Mills sarà condannato in primo grado e in appello a quattro anni e sei mesi di carcere.
r) Decreto legge n. 185/2008. Aumentata dal 10 al 20 per cento l’IVA sulla pay tv “Sky Italia”, il principale competitore privato del gruppo Mediaset.
s) Aumento dal 10 al 20 per cento della quota di azione proprie che ogni società può acquistare e detenere in portafoglio. La disposizione è stata immediatamente utilizzata dalla Fininvest per aumentare il controllo su Mediaset.
t) Disegno di legge sul “processo breve”. Per l’imputato incensurato, il processo non può durare più di sei anni (due anni per grado e due anni per il giudizio di legittimità). Una norma transitoria applica le nuove norme anche i processi di primo grado in corso. Berlusconi ne beneficerebbe nei processi per corruzione in atti giudiziari dell’avvocato David Mills e per reati societari nella compravendita di diritti tv Mediaset. (repubblica.it 23 novembre 2009/Alessandro Cai)

Meno tasse per tutti

gennaio 10, 2010

Citato da: La Palestra 10 gennaio 2010

1. Con buon senso e attenzione nell’arco di 3-4 anni ridurremo la pressione fiscale dal 47% al 35% (Silvio Berlusconi, Porta a porta, 9 aprile 2001)
2. L’Irpef sarà portata al 33% per i redditi sopra i 200 milioni (Silvio Berlusconi,Corriere della Sera, 22 aprile 2001)
3. Meno tasse dal 2003 (Silvio Berlusconi, Il Messaggero, 5 maggio 2002)
4.Tasse più leggere nel 2004 (Silvio Berlusconi, Forum executive del Tesoro, 25 luglio 2002)
5. Confermo, meno tasse entro il 2005 (Silvio Berlusconi, La Stampa, 3 aprile 2004)
6. …per garantire entro la legislatura la riduzione delle aliquote del 33% e 23% come promesso nel contratto con gli italiani (Silvio Berlusconi, cronaca Ansa 10 maggio 2004)
7. Conto di ridurre l’aliquota massima delle imposte al dal 45 al 33%(Silvio Berlusconi 30 marzo 2004)
8. Le aliquote saranno tre: 23,33 e 39%(Silvio Berlusconi 11 settembre 2004)
9. La quarta aliquota fiscale sarà cancellata il prossimo anno,ridurremo le tasse del 40% (Silvio Berlusconi, La Repubblica, 16 marzo 2005)
10. Sogno una vera riforma tributaria, con due sole aliquote: 22 e 33% (Silvio Berlusconi,9 gennaio 2010/Peppe Clemente)

Aggiornamento:
11. Nessun taglio alle tasse (Silvio Berlusconi, La Stampa, 13 gennaio 2010)

Anche su: 1994-2010 le Promesse (tradite) sulle Tasse di Sergio Rizzo Corriere della Sera 11.10.2010

Gaia scienza

gennaio 7, 2010

Citato da: La Palestra 7 gennaio 2010

Papa: “La scienza da sola non basta a comprendere la realtà.” Ma è sufficiente per smascherare chi, da sempre, sfrutta le paure e le sofferenze della gente per rinforzare la casta clericale ponendola su di un piano privilegiato di esenzioni da obblighi dovuti allo Stato in cui vivono e di cui sfruttano i servizi, avendo così una decisiva influenza non solo sul comportamento individuale della gente, ma addirittura sulle decisioni politiche ed economiche di un paese, facendosi scudo della schiera di fedeli il cui modo di pensare e la cui libertà di comportamento viene plasmata sin dall’infanzia dapprima con l’educazione nelle scuole, poi con quella nelle ore di catechesi, fino ad arrivare alla diffusione mediatica tramite giornali di proprietà e intere trasmissioni in tv. Amen. (Alessandro Cai)

Freccia rossa

gennaio 7, 2010

Citato da: La Palestra 7 gennaio 2010

FRECCIAROSSA
1. Roberto Formigoni, sul treno di prova sulla linea Alta Velocità Milano-Roma, ha commentato: “Questo è un grande passo avanti per il sistema dei trasporti italiani”. Ma i clienti di Trenitalia dovranno aspettare fino al prossimo 14 dicembre prima di poter apprezzare i vantaggi del collegamento superveloce tra Milano e Roma. (Panorama.it, 24 marzo 2009)
2. Mauro Moretti annuncia che dal 13 dicembre prossimo sara’ possibile percorrere sul Freccia Rossa la Roma-Milano in due ore e 59 minuti. (Ansa.it, 28 Ottobre 2009)
3. Alta velocità, debutta la Torino-Salerno, Premier: noi i fatti, gli altri le menzogne. Berlusconi: «Tra poche settimane al via il ponte sullo Stretto di Messina» (il Messaggero, 5 dicembre 2009)
4. Treno Frecciarossa, debutto con imprevisto per un guasto (il Resto del Carlino, 14 dicembre 2009)
5. La Freccia Rossa è diventata grigia, Sull’alta velocità Milano-Roma debutta un vecchio treno Si corre a 300 all’ora, ma tra scossoni e scricchiolii. (La Stampa, 15 dicembre 2009)
6. Frecciarossa al rallentatore. Stanno peggio i pendolari (Unita’, 16 dicembre 2009)
7. Frecciarossa, altro che 37 minuti per Firenze ritardi di oltre
un’ ora. (Repubblica, 18 Dicembre 2009)
8. Ferrovie: disagi sui Frecciarossa, pm Guariniello indaga. (Ansa.it, 20 dicembre 2009)
9. Il Frecciarossa fermo in galleria per un’ora per il freddo. (Il Messaggero, 21 dicembre 2009)
10. Dentro il caos Frecciarossa. Ecco l’incubo Milano-Roma. Nelle ore del maltempo il viaggio in treno è un odissea. I passeggeri di 3 treni salgono sullo stesso convoglio. Saltano le centraline elettriche. E il ristorante è sotto assedio. (Il Sole24ore, 23 Dicembre 2009)
11. Frecciarossa, partenza lenta in ritardo il 70% dei convogli(Repubblica.it, 7 Gennaio 2010/Fabrizio Congiu)

Citato da: La Palestra 20 dicembre 2009

1.Berlusconi:”Quest’opera l’abbiamo iniziata noi, l’alta velocità è una modernizzazione del Paese”.(la stampa.it 05/12/09)
2.Moretti:”Avevamo un grande sogno che oggi si è realizzato, dotare il nostro Paese di un sistema moderno ad alta velocità ed alta capacità per servire i cittadini nel migliore dei modi”.(la stampa.it 05/12/09)
3.Frecciarossa nel mirino della Procura di Torino. I disagi lamentati nei giorni scorsi dai passeggeri del nuovo treno ad alta velocità hanno spinto il pm Raffaele Guariniello ad aprire un fascicolo conoscitivo.(la stampa.it 20/12/09 – tito darca)